Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito o cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. OK Info privacy e cookie
| Come raggiungerci | Associazioni Promotrici | Contatti | Press Kit |
Trieste Photo Days

Festival internazionale
della fotografia urbana

Mostra collettiva “Urban life – Le città si raccontano”

Mostra collettiva "Urban life – Le città si raccontano"
Mostre
» Luogo: Sala del Giubileo - c/o Hotel Filoxenia (Riva Tre Novembre / Angolo Via Mazzini Trieste)
» Data: venerdì 28 ottobre 2016 - giovedì 03 novembre 2016
» Ora: Durante l'orario di apertura
» Info evento: info@triestephotodays.com

port_61_james-niven_enchanted-encounters_01

Urban Life è un’esposizione collettiva sulla città, l’ambiente urbano e l’umanità che lo popola.
Attraverso gli scatti di 10 autori, osserviamo la vita quotidiana delle metropoli e dei piccoli centri abitati, i contrasti e le contraddizioni della città e della provincia, gli scorci artistici, le geometrie architettoniche, i frammenti di colore che spezzano il grigiore cittadino.
I progetti espositivi si sviluppano attraverso 6 aree tematiche.

 

» Social city
“Cidade Da Garoa” – Luca Meola (Italia)
Un viaggio tra le contraddizioni di San Paolo del Brasile, megalopoli con 20 milioni di abitanti.

“Nobody has swaga on my street like me” – Ricci Shryock (USA)
I festaggiamenti di carnevale sulle strade dello stato africano Guinea-Bissau, tra ballerini e mangiatori di fuoco in costumi tradizionali,


» Street Stories
“Tokyo 24×24” – Matteo Capellini (Italia)
Ventiquattr’ore per le strade di Tokyo che testimoniano la vita della metropoli giapponese: l’ordine, la gentilezza delle persone, il contrasto tra tradizione e modernità, la timidezza delle coppie che a malapena mantengono un contatto fisico, la moda bizzarra.


» Urban Art
“The Visibile City” – Giuliana Mariniello (Italia)
Il portfolio, dal titolo ispirato al romanzo “Le città invisibili” di Italo Calvino, documenta le trasformazioni del paesaggio di Roma dovute all’invasione di grandi manifesti e cartelloni sugli edifici in costruzione e sui mezzi di trasporto. La globalizzazione economica ha dato vita a una globalizzazione visiva, infatti è difficile dire se siamo a New York, Londra o Roma.

“Reazionalismo” – Michele Catalano (Italia)
Una Latina “in miniatura” dove, ad ogni angolo, si può restare incantati da un racconto artistico, da un film su carta, da parole al vento, da comunicazioni urbane.


» Architecture
“Non Luoghi” – Michele Di Donato (Italia)
I “non-luoghi” sono gli spazi anonimi, senza storia e senza identità frequentati da uomini e donne freneticamente in transito che non stabiliscono relazioni, come avviene negli aeroporti, centri commerciali, nei grill autostradali.

“Enchanted Encounters” – James Niven (Australia)
Un progetto che si concentra sull’interazione tra le persone, l’ambiente cittadino e lo “spazio negativo”. La presenza umana in ogni fotografia restituisce una visione intrigante e artistica in un momento catturato nel tempo.


» Transport
“Traffic” – Krzysztof Maniocha (Irlanda)
L’autore ha realizzato questo portfolio mentre era imbottigliato nel traffico mattutino di Dublino. Per attraversare la città da nord a sud occorrono fino a due ore per 20 km di strada.

“Under” – Marta Rybicka (Polonia)
Una storia che parla di persone che si spostano in metro a Varsavia.


» Green life
“Utopia” – Carlo Bevilacqua (Italia)
Un viaggio visuale dall’India agli Stati Uniti alla scoperta di comunità alternative, spirituali, artistiche, hippie, ecologiche, oltre a iniziative individuali che delle grandi imprese incarnano lo spirito utopico.


 

Loading Map....