fbpx
News

Trieste Photo Days 2020: prime anticipazioni

Photo Adrian Wojtas

Torna il festival internazionale di fotografia urbana Trieste Photo Days, che si terrà in un circuito di sedi espositive del capoluogo giuliano dal 17 ottobre all’8 novembre 2020, con un weekend di punta fitto di mostre, incontri e workshop il 24, 25 e 26 ottobre 2020, e una serie di eventi fuori città prima e dopo il calendario ufficiale.

La rassegna, giunta alla settima edizione, vedrà tra gli ospiti autori di livello internazionale come il fotoreporter napoletano Francesco Cito, il fotografo belga Alain Schroeder, vincitore del World Press Photo 2020 – Nature, l’inglese Nick Turpin, fondatore del celebre collettivo internazionale iN-PUBLiC, il fotografo concettuale ceco Miloš Nejezchleb, la street photographer polacca Ania Klosek e molti altri.

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha purtroppo determinato la rinuncia dei super-ospiti internazionali Alex Webb e Rebecca Norris Webb alla presenza fisica al Festival: i due autori hanno difatti cancellato tutti gli impegni in Europa fino alla primavera 2021, ma in qualità di presidenti della giuria del concorso URBAN Photo Award saranno in collegamento da New York alla cerimonia di premiazione prevista sabato 24 Ottobre 2020, dove verranno annunciati i vincitori del contest.

Numerose le mostre in programma, a partire dalle esposizioni collegate al contest URBAN 2020: la collettiva dei vincitori (Sala Xenia, sede principale del Festival). Prosegue la collaborazione con il Servizio Musei e Biblioteche del Comune di Trieste che propone una serie di esposizioni volte a esaltare l’interazione tra la fotografia contemporanea e i luoghi museali: la mostra-premio al Civico Museo Sartorio (inaugurazione venerdì 23 ottobre) per 4 progetti selezionati da Laura Carlini Fanfogna, direttore del Servizio Musei e Biblioteche del Comune di Trieste, e Claudia Colecchia, Responsabile della Fototeca e Biblioteca dei Civici Musei di Storia ed Arte del Comune di Trieste e allestiti con la collaborazione del Conservatore del museo Lorenza Resciniti.

Il Civico Museo d’Arte Orientale ospiterà un’imperdibile mostra personale di Alain Schroeder focalizzata sulle due Coree. Gli scatti proposti dall’associazione dotART saranno selezionati da Michela Messina, Conservatore del museo e da Claudia Colecchia, Responsabile della Fototeca e Biblioteca dei Civici Musei di Storia ed Arte del Comune di Trieste.

C’è poi la grande mostra-omaggio ad Alex Webb Chromantic, realizzata da Exhibit Around: 150 foto di autori da tutto il mondo, tra le oltre 500 che compongono l’omonimo volume fotografico (inaugurazione sabato 23 ottobre, con intervento del critico Sandro Parmiggiani, che ha curato i testi del volume).

L’Accademia Scaglia ospiterà per la prima volta in Italia la grande collettiva itinerante Women Street Photographer, nata dal profilo Instagram di grande successo ideato da Gulnara Samoilova (oltre 87 mila follower, la più grande community di fotografe di strada al mondo) sfociato in una mostra itinerante che ha già toccato New York, Washington, Bruxelles, Nuova Delhi e Sofia.

In programma anche le personali Thank God For My Life di Carlo Barberio (vincitore del TPD Portfolio nel 2019), e Cronache immaginarie di un domatore di cavalli di Lorenzo Zoppolato.

A coronare il programma, le mostre del Trieste Photo Fringe, il “festival diffuso” di Trieste Photo Days che si svolge in un circuito selezionato di locali del centro città.

Spazio come sempre anche alle iniziative editoriali nate nell’ambito del festival e che coinvolgono fotografi dai cinque continenti. Verranno presentati i volumi fotografici Sulle tracce dello Stato patriarcale di Aquileia (realizzato in collaborazione con il Comune di Aquileia e focalizzato sulla storia della Regione), Generazioni (incentrato sugli anziani), Stay at Home Together (un progetto sul lockdown globale promosso in collaborazione con il photomagazine americano F-Stop), Trieste, tra passato, presente e futuro, il già citato Chromantic, Cities 7 e Urbanscape a cura di Italian Street Photography, e URBAN Unveils the City and its Secrets vol. 06, che contiene il meglio del concorso URBAN 2020.

In calendario anche workshop e letture portfolio. Gulnara Samoilova terrà un workshop di Street Photography per pochi fortunati, mentre Graziano Perotti guiderà un piccolo gruppo di fotografi nella produzione di un interessante progetto che sfocerà l’anno prossimo nella mostra Rozzol Melara Project. Nick Turpin terrà delle consulenze personali ad alcuni fotografi sui loro progetti. Dato il periodo, e per offrire a più fotografi la possibilità di partecipare, quest’anno le letture Portfolio saranno effettuate online da un gruppo di prestigiosi professionisti, grazie alla partnership con Italy Photo Award. Cecilia Pratizzoli, coordinatrice di Italy Photo Award, sarà al festival e annuncerà successivamente i due vincitori delle portfolio reviews.

Ad anticipare il festival, il Photo Days Tour, una cornice di eventi espositivi che si svolgono fuori città, accomunati da un duplice denominatore comune: da un lato la migliore street photography del concorso URBAN 2020 Photo Awards, dall’altro, il tributo fotografico al Patriarcato di Aquileia. A partire da metà settembre sono previste mostre ad Aquileia (Palazzo Meizlik, sabato 17/10), Cormòns (Museo del Territorio, sabato 17/10), Sacile (Immaginario Gallery, fine settembre) e Milano (Solferino Lab Showroom, dal 28/09).

Il festival verrà presentato ufficialmente con una conferenza aperta al pubblico giovedì 22 Ottobre 2020 alle 18.00 all’Auditorium del Museo Revoltella, alla presenza delle autorità.

Trieste Photo Days 2020 è promosso dall’associazione culturale dotART di Trieste

  • con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali
  • in collaborazione con il Servizio Musei e Biblioteche e il Servizio Promozione Turistica, Eventi Culturali e Sportivi del Comune di Trieste
  • con il patrocinio del Comune di Aquileia e del Comune di Cormòns
  • con la main partnership di Install.Pro e Unicusano Trieste
  • e la direzione artistica di Angelo Cucchetto